Meteo a Trieste: idee per una giornata piovosa e maledettamente fredda

Meteo Trieste: Pozzanghera in Piazza Unità, a Trieste

Meteo a Trieste: idee per una giornata piovosa e maledettamente fredda

Trieste non è ai Caraibi, qui non fa sempre caldo, c’è l’Avana per quello. Il meteo a Trieste è anzi famoso per essere spesso rigido ed inclemente: cerca “Meteo Trieste” su Google, seleziona immagini, e goditi una carrellata di foto di gente che vola via, pioggia, ghiaccio, mareggiate e calamità assortite. Trieste è una signora elegante, raffinata, ma anche capricciosa.

Tuttavia, essere in città durane una di queste manifestazioni della natura potrebbe essere un’esperienza interessante, qualcosa da raccontare al ritorno.

 

Bora sul molo Audace a Trieste

Il Molo Audace

Il Meteo a Trieste

Del meteo, a Trieste abbiam saputo farne un vanto, rinnegando come “vento” qualsiasi brezza che non superi i 100km/h ed affrontando a testa alta compleanni, feste di laurea e matrimoni sotto la pioggia. I più audaci tra noi ricordano romantiche serate di baci sotto la pioggia, tra i vicoli, gli anfratti e le lanterne del centro storico. Puoi sentirla quell’aria elettrica, che annuncia l’arrivo di un temporale.

Raffigurazione della Bora sulla rosa dei venti del Molo Audace a Trieste

Ma Trieste non è nemmeno Reykjavik, le temperature medie vanno infatti dai 5 ai 25 gradi a seconda della stagione.

L’offerta di musei, palazzi, chiese e castelli in città è di per sé molto ampia e variegata, ed abbraccia varie culture e tradizioni. Eccoci qui per aiutarti a creare un  piano alternativo!

In questo articolo ti diamo qualche idea su cosa vedere a Trieste in una giornata di meteo avverso, trasformandola in un’esperienza pittoresca. Hai preso l’ombrello? Perfetto, se tira anche la Bora non te ne farai niente.

Meteo a Trieste: Il canale di piazza ponte rosso con la pioggia

Il Canal Grande

Cosa vedere a Trieste in una giornata di maltempo

 

il caffè san marco

Il Caffè San Marco

 

Visita i Caffè Storici di Trieste

Durante il tuo soggiorno a Trieste, è  imprescindibile una tappa (o più) presso i nostri caffè storici: il caffè San Marco, il Tommaseo, il caffè Degli Specchi… Inizia la tua giornata facendo colazione in uno di questi affascinanti locali, o recatici nel dopo pranzo.

Siediti, apri il tuo laptop atteggiandoti a nomade digitale, e ordina un caffè cercando di capirti con il cameriere (abbiamo una tradizione e terminologia tutte nostre). Oppure apri un libro e datti delle arie da intellettuale, seduto sulle stesse sedie dove in precedenza personaggi quali Italo Svevo, Umberto Saba e James Joyce hanno appoggiato i loro colti fondo schiena.

Questi autori hanno statue a grandezza d’uomo dedicate in giro per la città: puoi fartici una foto assieme, pare che vadano matti per i selfie stick, ma fai attenzione a non sbatterci contro mentre cammini a testa bassa contro il vento e la pioggia, vincerebbero loro (poi non dire che non ti avevamo avvisato).

Statua di Umberto Saba

Umberto Saba in via Dante Alighieri

 

Un pranzo tipico Triestino

Fai il pieno pranzando in un buffet tipico come “Da Pepi (schiavo)”, “Da Giovanni” o “Da Rudi”, oggi ti facciamo muovere!

Dimenticati del resto dell’Italia e fatti stupire dalla nostra cucina influenzata dall’Est Europa: qui si mangiano jota, gulasch e ćevapčići con l’ajvar.

Un piatto di goulash

 Il Goulash

 

Prosegui verso la zona di Cavana, passando per Corso Italia, Via San Nicolò e Piazza della Borsa per fare dello shopping. Spendere denaro ti aiuterà a vincere la tua eventuale meteoropatia.

Se il caffè non è il tuo forte, o se sei un vizioso ed ami anche il cioccolato, fermati da “Chocolat”: un piccolo e carinissimo shop che vende solo cioccolata. La sua densa cioccolata calda è tra le migliori del centro, ed avrai a disposizione una selezione di spezie insolite per accompagnarla. Il negozio è proprio in via di Cavana.

L'Arco di Riccardo
L’Arco di Riccardo

Trova rifugio tra i Vicoli del Centro Storico

Da Cavana, con Piazza Unità alle spalle, gira a sinistra verso il colle e perditi tra i vicoli del centro storico. Sono stretti e cosparsi di archi ed anfratti, tanto da offrire alcune occasioni di riparo se non avessi un ombrello. Se sei in dolce compagnia, è un buon momento per rubare un bacio.

Non ti diamo un percorso esatto da seguire, ma soltanto alcun punti cardine. E’ una caccia al tesoro i cui premi disseminati sono mura e reperti romani, graziose piazzette, romantici scorci, ed una vecchia torre nascosta tra le case. E’ una zona dove entrare in un portone a caso potrebbe rivelare mosaici o mura antiche.

La Tor Cucherna

La Tor Cucherna

 

 Le Piazzette “Nascoste”

Passa per Piazzetta Trauner, dove potrai osservare le antiche mura della città conservate sotto vetro.

Pianifica una sosta per bere un bicchiere di vino in Piazzetta Barbacan, nuovo centro della movida hipster Triestina, al cospetto dell’Arco di Riccardo. E’ costellata di localini, tra cui il piccolo “Viva!”.

Poco più in là puoi visitare la piccola Basilica di San Silvestro, la più antica delle chiese triestine, timidamente affacciata sulla ben più grande chiesa di Santa Maria Maggiore.

Il Teatro Romano dall'alto

Il Teatro Romano

 

Percorrendo via di Donota avrai la possibilità di ammirare ulteriori mura e reperti (tra cui l’Antiquarium), ed il Teatro Romano dall’alto, una prospettiva spesso mancata dai turisti che vanno di fretta. Vai alla ricerca della mediovale Tor Cucherna e dell’omonima coloratissima piazzetta. Se hai fortuna, potresti imbatterti in qualche scorcio panoramico sulla città, coperta dalle nuvole e lambita dalla pioggia.

 

Cattedrale di San Giusto e foro Romano a Trieste

La cattedrale di San Giusto sullo sfondo del Foro Romano

 

Il Colle di San Giusto

Fatti strada tra i vicoli (o prendi l’ascensore del Park San Giusto) fino ad arrivare alla sommità del colle, dove potrai visitare i resi del foro romano, il Castello e la  Cattedrale di San Giusto. Il colle gode di un panorama aperto sulla città, ma può anche sembrare un po’ mistico quando avvolto dalla nebbia.

Un Tunnel di Kleine Berlin

I Tunnel di Kleine Berlin

 

Kleine Berlin

Se è il giorno giusto puoi visitare “Kleine Berlin”, ovvero i vecchi rifugi antiaerei della seconda guerra, l’ingresso è in Via Fabio Severo,  dietro a Pizza Oberdan. Il museo, che ospita anche fotografie e reperti d’epoca, è gestito dal Club Alpinistico Triestino, che conduce delle visite guidate ogni ultimo venerdì del mese.

Meteo a Trieste: Piazza Unità di notte Dopo la Pioggia

La Sera a Trieste

La Sera recati nuovamente in centro città, fai l’aperitivo in un locale storico come “l’Urbanis” o “l’Osteria Da Marino”, e concediti una cena in un locale moderno come “l’Hops Beerstro”.

Se è la serata giusta, diversi locali come il “Knulp” o il “Loft”  organizzano serate musicali e Jam Session, potrai quindi finire la serata facendo l’intellettuale bohemien.

Non è stata così male questa giornata di vento e pioggia vero?

I Topolini a Barcola

I Topolini a Barcola

Il Meteo a Trieste in Estate

A Trieste il meteo non è sempre piovoso o freddo. Da primavera fino a ridosso dell’autunno ci piace andare al mare, ad esibire tatuaggi e fisici più o meno palestrati. Stendiamo i nostri teli sul lungomare in porfido di Barcola, ai “Topolini” , o davanti al “baracchino della fontana”, che mette musica reggae e rock’n’roll da mattina a sera.  Scendiamo in acqua tramite delle scalette o tuffandoci dagli scogli. Non c’è nessuna spiaggia bianca, andiamo all’Avana per quello.

Panchina sul lungomare di Barcola

TriesteVillas Affitti Turistici e Vendite

Clicca per Vedere le Nostre Case Vacanza a Trieste, sono tutte a prova di intemperie!

 

 

 

Foto Credits:
Cover Maria Sias, 1.Angusprain, 2.Francesca, 3.G.P., 4.Alexandros Delithanassis, 5.Sophie
6.Anonimo, 7.Luca Boldrini, 8 e 9.Anonimo, 10.Stefan Vladuck, 11.Rasevic, 12 e 13.Anonimo, 13.Helena